…un filtro che trasformi la mia beltà in orrore e muti il mio regale manto in cenci.
Polvere di mummia per invecchiare. Tenebre di notte, le vesti per annerire. Cachinno di strega, la voce per arrochire. Urlo di terrore, i capelli per imbianchire. Turbine di vento, l’odio per agitare.
Schianto di folgore, per tutto mischiare.

Ora, filtro, tu mi devi mutare. 

 

Me ne stavo lì, bella bellina, a rimescolare lo zucchero sul fuoco, il termometro in una mano, la frusta nell’altra e un ghigno di anticipazione che mi increspava appena le labbra.

Elisa, che dall’alto dei suoi otto anni alle favole non ci crede quasi più, si avvicina con sospetto e dice: “mamma, sembri una strega che rimestola nel pentolone! Che combini?”

Beh… ci ha quasi preso, perchè un pò Grimilde, in fondo, mi ci sentivo. Niente filtri, però! Solo zucchero caramellato per candire le mele.

 

 

Era qualche giorno, infatti, che cercavo una ricetta simpatica da proporvi per Halloween, che non fossero i soliti biscotti a forma di fantasma (ho perso le formine 🙁 ) o i soliti cupcakes (che però trovate qui e qui).

Poi mi sono ricordata del frutto proibito per eccellenza… the poisoned apple, come la chiamano gli inglesi o le pomme d’amour, come dicono i francesi. La mela stregata, in ogni caso.

Io vi dico come caramellarla… l’incantesimo, per addormentare o per far innamorare, mettetecelo voi!

 

 

Mela stregata

4 mele di dimensioni medio piccole (le mie erano mele Annurca)
2 bicchieri di zucchero
1 bicchiere d’acqua
2 cucchiaini di sciroppo di glucosio (o miele, se non trovate il glucosio)
Colorante rosso (il mio era in gel, ne è bastato mezzo cucchiaino)

 

Lavare e asciugare le mele. Infilzarle con uno stecchino di legno.

Mescolare gli ingredienti e sciogliere su fuoco medio. Piazzare all’interno del pentolino un termometro da cucina e lasciar caramellare lo zucchero fino a 150°C. Ci sono voluti circa 10 min a partire dal bollore.

Raggiunta la temperatura, immergervi velocemente una mela per volta, rigirandola in modo da ricoprirla.

Oppure, con l’aiuto di un secondo pentolino, potete versare lo zucchero sul frutto, avendo cura di ricoprirlo in maniera uniforme.

 

FATE ATTENZIONE! Lo zucchero a 150°C provoca dolorose bruciature.. quindi siate cauti.

In più, SIATE VELOCI, perchè raffredda velocemente e diventa più vischioso. In questo caso, potete riportare tutto sul fuoco e sciogliere nuovamente il caramello rosso.

Fate poi raffreddare le mele per qualche minuto, prima di toccarle.

Una volta pronte le mele, ho rimosso gli stecchini di legno e ho infilzato con rametti recuperati in giardino e puliti per bene.

..e ora DIVERTITEVI! 🙂

 

 

Ah, la mela stregata! Dormirà sempre!
“Assaggi solo la mela stregata, la vittima è per sempre addormentata, nel suo sonno mortale!”
 

 

 

Angela

2 Comments
  1. Le ho mangiate solo una volta ad una fiera e poi non le ho più trovate! Le tue mi ispirano tantissimo e la tua modella-Biancaneve è troppo brava ^_^

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: