Ho sempre pensato di avere il bioritmo al contrario.

Invece di andare in letargo, durante questo periodo dell’anno sono sempre elettrica e con l’adrenalina a palla… poi però passa e mi spengo gradualmente insieme alle luci dell’albero di Natale, così che i mesi che mi separano dall’estate diventano insostenibilmente lunghi a meno che non mi inventi qualcosa per movimentarli un pò 😛

I 5° di questi giorni fanno più di 5 caffè al giorno e la mia mente è tutta proiettata alle prossime feste natalizie.

Questo fine settimana vibreranno gli aghi di pino, in casa mia, e avrò il mio bel da fare per addobbare l’albero, visto che sicuramente le pulci di casa faranno del loro meglio per “aiutarmi”… con tutte le possibili implicazioni del caso.

Spero solo che le nuovissime e scintillanti palline appena comprate alle Maisons du Mond reggano almeno per qualche giorno, perchè non servirà la precauzione di sistemarle in cima all’albero (alto quasi 2 mt), visto che la piccola di casa aggira il problema “altezza” arrampicandosi su qualsiasi superficie verticale.

Mi preparo tutto l’anno a questo periodo, perchè mi piace confezionare sempre dei piccoli cesti da regalare alle persone più vicine.

E così, in primavera metto via le ciliegie, in autunno in fichi, con i primi freddi mi attrezzo con quantità industriali di preparato per cioccolata in tazza.

Per non parlare del buonissimo liquore al Pocket coffee, che tutti gli anni va via come acqua fresca.

D’estate mi riposo 😀 😀

Prima che finisca la stagione, volevo proporvi questa buonissima marmellata di cachi, realizzata con la ricetta di Bruna Cipriani, di Tentazioni di gusto.

Secondo me ha un colore ambrato meraviglioso e starebbe benissimo anche nei vostri cesti. Io l’ho usata l’altro giorno per farcire il fiore di pan brioche.

La sua preparazione richiede solo un minimo di attenzione perchè, si sa, i cachi “allappano” facilmente. E allora bisogna guardare di tirar via tutta la buccia esterna, non prendere la parte centrale bianca e schiumare con cura.

Però il risultato ripaga, non trovate?

Marmellata cachi

Ho modificato un pò la sua ricetta, non perchè ne avesse bisogno ma, semplicemente, perchè mi sono distratta 😛 (partivo da 1Kg di cachi e ho dimezzato alcuni ingredienti si e altri no) ma è venuta speciale ugualmente.

Marmellata di cachi e noci

1 kg di cachi perfettamente maturi (lei 2kg)
1 mela
1 limone
700 g zucchero (lei il doppio)
un pezzetto di baccello(stecca) di vaniglia
1 bicchierino di liquore a piacere
50 g noci già sbucciate

 

Lavare i cachi e privarli del picciolo, spremerli con le mani facendoli cadere in una pentola che non sia d’alluminio.
Sbucciare la mela e tagliarla a pezzettini unendola ai cachi. Aggiungere anche la scorza (senza la parte bianca) ed il succo del limone.
Mettere i cachi sul fuoco e portarli ad ebollizione, lasciandoli bollire per 3-4 minuti,schiumando. Toglierli dal fuoco e passarli al setaccio di crine, raccogliendone la purea e versandola di nuovo nella pentola,
Aggiungere lo zucchero e il pezzettino di baccello di vaniglia. Ora portare di nuovo ad ebollizione, ma adagio, poiché deve affiorare in superficie la schiuma che va tolta.
Durante la cottura tenere la marmellata mescolata e schiumata, finché non raggiunge la solita densità.
Toglierla dal fuoco, aggiungere il liquore e le noci tritate grossolanamente, mescolare ed invasare a caldo.
Conservare la marmellata in dispensa.

 

 

Se anche a voi sta venendo la smania del Natale e siete in cerca di idee, controllate la sezione Food Magazine, perchè ho inserito degli “speciale Natale” molto carini.

Se invece qualche idea l’avete già, non esitate a partecipare al contest/raccolta che ho organizzato QUI.

 

15 Comments
  1. Ciao! 🙂 Grazie mille per essere passata da me e complimenti, sei davvero brava! 🙂 Questa marmellata di cachi e noci deve essere deliziosa 😛 Un bacione e a presto, buona serata :**

    1. Ho voluto provarla perchè l’avevo mangiata e mi era piaciuta un sacco. E in effetti è buonissima!
      Quest’anno non ho fatto altre marmellate perchè ho sempre la dispensa piena 😀 😀 😀

  2. Molto interessante questa marmellata!Complimenti anche a te per il tuo blog,ricco di bellissime ricette 🙂
    Un bacio,a presto
    Francesca

    1. Ciao, sonoio
      non so bene cosa tu intenda con “senza zucchero” ma in una marmellata lo zucchero è necessario sia per la conservazione, sia per il processo di gelificazione. Insomma, non si tratta solo di dolcificare.
      Puoi provare a fare questa senza aggiungercelo, ma a quel punto ottieni una composta che va comunque consumata in fretta.
      Grazie per essere passata… ciao 🙂

  3. Proverò a farla di sicuro ma… le noci?

  4. Domani è sabato e proverò a farle tutte e due. Grazi 🙂

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: