Ciambella alla ricotta

C’è stato un periodo, diversi anni fà, in cui questo ciambellone non mancava mai, al mattino.
Finchè, a un certo punto, non ho completamente smesso di farlo.
E mi sono dimenticata di lui per anni finchè, gironzolando per i soliti blog amici, non l’ho ritrovato e mi è venuta voglia di assaggiarlo ancora.
Senza contare che, ormai da due giorni, ogni volta che aprivo il frigo, un fuscello di ricotta (fù) fresca mi guardava con occhi pietosi.
Così ho rispolverato la ricetta.. che è di quelle facili facili, con i numeri tutti uguali… che rimane a mente.
Ed eccolo qua!



Ingredienti

250 gr farina

250 gr ricotta

250 gr zucchero

20 gr burro

3 uova

una bustina di vanillina

un pizzico di sale

una bustina di lievito per dolci

a piacere:

granella di nocciole
amaretti sbriciolati
scorza d’arancia
Montare le uova con lo zucchero, unire la ricotta, il burro ammorbidito, il sale, la farina, la vanillina e infine il lievito. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Eventualmente aggiungere le nocciole e gli amaretti… se non li avete ci sta benissimo l’uvetta o le gocce di cioccolato.
Mettere in forno a 180° per 45′-50′.





E questa è la fetta… con buona pace di Monsieur Dukan!



E’ molto morbido e profumato, come ciambellone… ed è perfetto per la colazione.
Tuttavia, se posso permettermi, vi consiglio, dopo di questo, di provare anche la Torta dolce alle zucchine che, da quando l’ho provata, mi è rimasta nel cuore per la sua levità.








2 thoughts on “Ciambella alla ricotta

  1. brava!
    io ci metto le gocce di cioccolato..

    cmq, messo in forno , a 180 gradi, mi cuoce in circa 25 min. Sarà il forno starato?? se lo lasciassi dentro 45 minuti mi troverei un pezzetto di carbone!
    …e domando: lo impasti a mano o con mixer/fruste/altro?
    io lo fo a mano perchè mi avevano detto che altrimenti la ricotta si “rompe” e poi resta troppo liquido.
    attendo lumi.

  2. Il tempo nel forno dipende.. dal forno 🙂
    Quelli che ho indicato sono i miei, ma vale sempre la prova-stecchino.
    Però, possibilmente sempre per i dolci, usalo statico.
    Io monto bene col mixer le uova e lo zucchero, finchè diventano spumosi.
    La ricotta e la farina li aggiungo poi a mano, con una spatola, delicatamente per non smontare le uova.
    Fammi sapere come va! 🙂

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: