Amor polenta di Gianni Pina

Non è la ricetta del più famoso Amor Polenta Bergamo, dello stesso autore, ma quella del suo fratello piccino e un pò sfigato presente nello stesso libro, qualche pagina più avanti, col titolo quasi uguale.

Chissà come mai, povero dolcino, nessuno se lo fila.

In internet ho trovato milioni di ricette della sua versione ricca… e nessuna di questa.

Invece, io che ho l’animo della crocerossina e adoro l’Amor Polenta, gli ho dato una chance.

E ho fatto pure bene!

Se, quindi, questo dolce piace pure a voi ma vi spaventa cimentarvi con una lista ingredienti lunghissima, provate questa versione più friendly

 

Amor Polenta

 

 

Amor polenta 2

Amor polenta di Gianni Pina

pe 2 teglie da 20cm

100g tuorli

125g uova

225g zucchero

50g nocciole tostate

85g mandorle

90g farina 00 (io Mix per dolci Nutrifree)

75g farina di mais

200g burro chiarificato (io ne no messi 100g, come indicato nelle note)

1 bacca di vaniglia

100g mandorle filettate

 

Montare le uova con lo zucchero finchè diventano chiare e spumose.

Aggiungere gradualmente anche i tuorli e i semini estratti dalla bacca di vaniglia.

Mentre il composto continua a montare, frullare insieme le nocciole e le mandorle fino ad ottenere una farina sottile, da miscelare insieme alla farina 00 e alla farina di mais.

Amalgamare delicatamente le farine al composto di uova e da ultimo aggiungere il burro chiarificato, fatto sciogliere e raffreddare.

Imburrare e infarinare le due teglie, versare il composto e cuocere in forno a 180° per circa 35 minuti.

 

Note

  • Ho notato una discordanza, nel libro, tra la quantità di burro chiarificato presente tra gli ingredienti e quello che poi lui indica nel procedimento. Tra gli ingredienti sono elencati 200g di burro. Nel procedimento, invece, lui dice di prepararne 100g. Io ne ho messi 100g e il dolce è venuto buono.
  • Il burro chiarificato si trova ormai un pò ovunque nel banco frigo dei supermercati. Il mio è della Prealpi e l’ho trovato alla Conad. Se voleste farlo da voi, si procede così:

Mettere il burro in un pentolino e farlo sciogliere a bagnomaria per circa 10/15 minuti, senza mai farlo bollire. Una volta fuso, affiora una schiuma, costituita da caseina ed altre impurità (sono queste che bruciano a basse temperature, rendendo il burro indigesto). A questo punto il burro acquista una limpidezza simile a quella dell’olio. Asportare la schiuma con un cucchiaio oppure filtrandolo con un colino a trama fitta facendo attenzione a non smuovere il deposito sul fondo. Ora avete ottenuto un burro chiarificato.

Da 500g di burro si ottengono circa 300g di burro chiarificato.

Potete poi usare normalmente questo burro in cucina col vantaggio, rispetto a quello normale, di avere ottenuto un prodotto col punto di fumo più alto.

Quindi, potrete usarlo insieme o in alternativa all’olio anche per friggere.

 

Con questa ricetta partecipo al contest Testa con noi, del Cakes Lab Test&Taste

 

 

P.S. Ho appena riletto quello che ho scritto…. trattasi di un post delirante. Abbiate pazienza, ormai sono andata!

 

Firma2

 

5 thoughts on “Amor polenta di Gianni Pina

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: