Giovedì: gnocchi!

Ma anche lunedi, martedì…. o domenica.

Sono il mio piatto preferito fin da bambina, quando era mio papà a prepararmeli.

Mamma curava la casa.. mio papà cuciava. E infatti è da lui che ho preso questa passione.

E mentre son lì che schiaccio le patate e aggiungo, poca per volta la farina, me lo sento un pò più vicino.

L’ideale sarebbe niente uovo nell’impasto… troppo facile. La vera bravura sta nel tenerli assieme, solo loro due,  trovando il giusto equilibrio tra la consistenza, la tenuta in cottura e la scioglievolezza in bocca.

Ma io un po’ ce l’ho messo 😛

Appena un pochino di albume… A fare il lavoro che dovrebbe fare il glutine, che in questa ricetta manca del tutto!

Li ho conditi con radicchio e funghi e accompagnati con due fettine di rigatino croccante… Con la farina dolce delle castagne ci stavano a meraviglia.

In pratica: l’autunno nel piatto!

 

 

Gnocchi castagne 3

Gnocchi castagne 2

 

 

 

 

Gnocchi con farina di castagne, funghi, radicchio e rigatino croccante

500g patate a pasta bianca

100g circa farina di castagne

1 albume circa (a me ne è bastato un pò meno)

 

Lessare le patate con la buccia, in modo che non assorbano troppa acqua e poi passarle al passaverdure.

Disporle sulla pianatoia e aggiungere la farina e un pò di albume finchè l’impasto non diventa lavorabile. A seconda del tipo di patata ma anche dall’umidità della giornata, potrebbe volerci un pò più farina o un pò meno. Non esagerate ad aggiungerla, però, altrimenti gli gnocchi saranno più sodi ma anche un pò più durini una volta cotti.

Ricavare dei serpentelli di impasto e tagliare dei tocchetti di circa 1,5 cm. Potete poi passarli sul dorso di una forchetta o lasciarli così.

Nel frattempo, ripassare in padella con un pò d’olio extravergine di oliva uno spicchio d’aglio e i funghi puliti, lavati e tagliati.

Appena son rosolati, eliminare l’aglio e aggiungere il radicchio lavato e tagliato a striscioline.

Completare la cottura, aggiustando di sale ed eventualmente allungando con un pò di brodo.

In un tegame a parte, far rosolare le fettine di rigatino finchè diventano croccanti. Tenere da parte.

Mettere a bollire dell’acqua e versare gli gnocchi. Appena salgono a galla, spegnere il fuoco e lasciar proseguire la cottura a fuoco spento per un paio di minuti ancora.

Tirarli su con un ramaiolo e ripassarli velocemente nel condimento.

Servire con parmigiano grattugiato e con le fettine di rigatino croccante.

 

Gnocchi castagne 1

 

 

 

Con questa ricetta partecipo al contest #imagnifici6 , organizzato dall’AIFB in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

 

 

 

Firma2

4 Comments
  1. Da quanto tempo non preparo gli gnocchi O_O ma adesso che le temperature sono scese credo proprio che dovrò rimediare e potrei proprio ripartire con la tua ricetta che mi delizia già solo all’idea ^_^
    Complimenti cara e felice serata <3

    1. Direi che ora come ora, un bel piatto di gnocchi fumanti ci sta proprio bene 😉
      Buona settimana

  2. io nel condimento ci avrei aggiunto anche del gorgonzola…ma io so viziosa …..però l’idea dello gnocco così mi garba parecchio!

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: