L’estate (beh… quasi) è il periodo in cui, a casa nostra, sorge la necessità di smaltire l’eccesso di frutta che non riusciamo a mangiare in tempo.
Non è un caso, in effetti, che in questo blog esista un’apposita sezione.
Tra l’altro, trovo che dolci & frutta sia una combinazione particolarmente felice!

In questi giorni, per esempio, ho fatto nuovamente lo sciroppo di fragole di Giulia e poi ho degnamente giustiziato delle prugne troppo mature, con questa crostata morbida di Marina Braito che sta bene con la qualunque.

Ho idea che presto ne vedrete delle altre belle… e buone!

 

_crostata morbida 1

 

Adoro l’aspetto un pò rustico dei dolci, stile nonna papera… E’ rassicurante e sa di casa.

Così come metterlo a raffreddare sul terrazzo e scoprire che qualcuno non ha voluto aspettare!

 

_crostata morbida 2

 

Crostata morbida alle prugne

per una tortiera con bordo apribile da 26 cm di diametro

200 g farina 00 (nel mio caso, MixC Schar senza glutine)
170 g zucchero
150 g burro a pomata
2 uova
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito istantaneo
prugne (o altra frutta o marmellata)
Lavorare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, aggiungere il burro e da ultimo, la farina setacciata con il lievito.
Lavorare fino ad amalgamare bene.
Il composto risultante avrà l’aspetto di una crema parecchio sostenuta, piuttosto che di una frolla.
Livellare alla meglio nello stampo con il dorso di un cucchiaio e adagiarci sopra la frutta fresca o delle cucchiaiate di marmellata (che in cottura, scompariranno all’interno).
Infornare e cuocere a 180° per circa 30 minuti.

 

_crostata morbida 3

 

Firma2

2 Comments
  1. Difficilmente avanza della frutta a casa mia ma credo proprio che ne prenderò un po’ in più x fare questa torta..ha un aspetto incantevolmente goloso 😛

  2. L ho fatta anche io, perché dicevo sempre di volerla provare, ed è come dici tu, sa di casa.
    Con le prugne è pure salutare, capisci a me 😉

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: