Piove.

E’ inverno. Lo deve fare.

Giusto due gocce d’acqua…

Sono appena arrivata a lavoro. A nuoto, perchè a un certo punto la scialuppa ha dato forfait.

Ci faranno sopra un film, uscirà a maggio. Si chiamerà Noah (cioè, Noè), con quel gran figo di Russel Crow.

Io sono quella che annaspa accanto all’anaconda! Non perdetevelo. Ho una percentuale sugli incassi.

 

A proposito di acqua, in questo week end appena passato mi sono cimentata di nuovo con Capitan Uncino. Dopo aver visto questo, Luisa e Barbara lo volevano per festeggiare il compleanno del piccolo Valerio, ma con l’umidità di questi giorni (ho già detto che piove???) non sarei mai riuscita a rifarlo.

Così ho partorito quest’idea. Che ve ne pare?

Capitan uncino 1 Ho un feeling particolare con pirati e briganti… 😛Capitan uncino 3 Dettaglio del viso…Capitan uncino 4Capitano, attento al coccodrillo… sai già che per poco non ci lasci le penne, vero?Capitan uncino 5

La torta era, ancora una volta, una Brown Velvet e, nonostante sia già presente sul blog, qui, riporto la ricetta a grande richiesta.

Brown Velvet

per una teglia da 20cm

250 g farina per dolci setacciata
1 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di sale
15 gr cacaco amaro
113 gr burro non salato a temp ambiente
300 gr di zucchero
2 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
240 ml di buttermilk o di latte lasciato inacidire per 20 minuti con un cucchiaio di limone
1 cucchiaino di aceto bianco
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

In un recipiente mischiate farina, sale, cacao e lievito e mettete da parte.
Nel recipiente del vostro mixer, sbattete il burro per 3-4 minuti.
Aggiungete poi lo zucchero e montare ancora. Unire le uova, una alla volta, aggiungendo il successivo solo dopo che il precedente è stato ben incorporato (aspettate circa 5 minuti tra un uovo e l’altro, continuando a montare).
Abbassare la velocità del il mixer e aggiungere in due – tre volte e alternandole, la miscela di farina e cacao e il buttermilk, finche’ non sono terminati entrambi.
Possibilmente, iniziare e finire con la farina.
In una ciotolina, unire il bicarbonato all’aceto bianco e aggiungerlo subito al resto dell’impasto con una spatola (non con il mixer).
Dividere il composto ottenuto in due teglie, il cui fondo abbiamo foderato con un cerchio di carta forno, livellando con una spatola.
Infornare per una mezz’oretta (fare la prova-stecchino).
Lasciare raffreddare le torte dentro le teglie per 10 minuti, poi capovolgerle per estrarle e rimuovere la carta da forno.
Prima di tagliarle e farcirle, lasciarle raffreddare in frigo, ben coperte con pellicola, per qualche ora.

Le due tortine ottenute vanno poi tagliate a metà, farcite e sovrapposte, in modo da ottenere in tutto 4 strati di torta e 3 di farcitura.

 

Cream cheese

per farcire

230 g formaggio spalmabile tipo Philadelphia a temperatura ambiente.
230 g di mascarpone
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
100 g di zucchero a velo, setacciato
360 ml di panna semi-montata.

Nel recipiente del mixer lavorare Philadelphia, zucchero e mascarpone finchè diventano morbidi. Gradualmente, aggiungere la panna e continuare a montare fino ad ottenere una consistenza cremosa adatta a essere stesa sulla torta.

Capitan uncino 6

Ancora tantissimi auguri al piccolo Valerio!

Con questo dolce partecipo all’iniziativa, che vi invito a condividere e diffondere:

DEDICA UN DOLCE AL PROGETTO MDPed: Manovre di disostruzione Pediatrica !!!

Ogni anno in Italia ci sono 50 famiglie distrutte da una tragedia senza confini: mediamente 1 bambino alla settimana – 50 bambini all’anno – perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo, perché chi li assiste nei primi drammatici momenti NON è formato a queste manovre e genera disastrose conseguenze.
Bocconi “andati di traverso”, l’agire presi dal panico magari cercando di togliere il corpo estraneo con le dita potrebbe peggiorare la situazione. Sapere cosa fare, invece,  fa la differenza!
 
Per questa ragione vi chiedo di condividere questo messaggio e di informarvi se nella vostra zona è in programma un CORSI PER ESECUTORIMDPed.
Istruttori qualificati MDPed di C.R.I. ti insegneranno con precisione cosa fare, per eseguire in totale sicurezza tutte le manovre di disostruzione. Durante i corsi MDPed verranno fornite preziose nozioni anche sulla RCP pediatrica (Rianimazione Cardio Polmonare) e, nei corsi dedicati PBLS-D, sarai abilitato all’uso del DAE (defibrillatore semiautomatico esterno) anche per personale NON SANITARIO quali mamme, insegnanti asili nido, maestre scuole elementari, bagnini, allenatori sportivi etc…
 
 
Contatti per Varese e provincia:  [email protected]       www.mdped‐varese.it 
Contatti per le altre regioni sul sito della Croce Rossa Italiana
10 Comments
  1. Ciao Sweetangel,
    mi dispiace ma non posso accettare questa torta perché anche se c’è la crema non si vede….
    se avessi una foto della fetta che dimostra la presenza e la sicura golosità della crema, non ci sarebbero problemi. Non per mettere in dubbio che non ci sia, ma mi baso molto sulla presentazione, in poche parole la foto mi deve far sbavare….
    In questo caso, non posso far altro che farti i miei complimenti, è bellissima!!!! magari fossi brava come te!!!
    se hai voglia, c’è ancora tempo per partecipare, io ti aspetto volentieri, ok?
    buon lunedì.

  2. Bravissima Angela.. è un CAPOLAVORO!!! precisa, comunicativa e di certo buonissima, come tutte le tue torte… 😉

  3. 6 davvero troppo brava! Questa torta è perfetta e anche buona, cosa chiedere di +???
    la zia Consu

  4. Innanzitutto complimenti per la tua torta: e spettacolare ed estremamente dettagliata. Devo fare anche io una torta con Capitan Uncino per un bimbetto di quattro anni. Vorrei provare a replicare la tua, mi autorizzi? Se mi viene bene ti menzionerò nel mio blog.
    Ciao,
    Rossella

    1. Ciao Rossella,
      certo che puoi prendere spunto dalla mia torta, mi fa molto piacere che ti sia piaciuta!!!
      Fammi poi sapere com’è andata!!!

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: