E la prima settimana di scuola, così tanto attesa, è finalmente archiviata.
Alla grande, direi, tra l’altro.
Aurora ha ritrovato all’asilo tutti i suoi amichetti ed Elisa è entusiasta del suo nuovo percorso scolastico.
Piano piano, quindi, si torna alla routine, che tanto tranquillizza i ragazzi, quanto impegna i genitori in un delicato gioco di incastri.
C’è da correre… e c’è poco da fare.
Ma va bene così.

Con l’inizio delle varie attività, sono tornati anche i grossi interrogativi della vita.
Del tipo: “che faccio, stasera, per cena?

E nell’affannosa ricerca di una risposta a questa domanda, nei giorni scorsi mi sono imbattuta questa ricetta sfiziosa e diversa dal solito, per cucinare il pollo.

C’è voluto un pò per trovare il miele di lavanda, così come c’è voluto un pò per scovare qualche rametto che non fosse rinsecchito, nel mio modesto orticello formato-terrazzo.

Ma ne è valsa la pena, perchè per la casa s’è sprigionato un profumino invitante che non vi dico.

Il sapore è particolare e a noi è piaciuto. Vi va di provare?

 

Pollo 1

 

La ricetta è presa dallo Stabooks di questo mese (ho adeguato le dosi, però) e ne ho già in programma un’altra per la prossima settimana!

 

Pollo 2

 

 

Pollo arrosto con pesche e miele di lavanda

800 g di fusi di pollo
80 ml di vino bianco
2 cucchiai di aceto balsamico
1 cucchiaio di miele di lavanda
2 pesche medie
olio, sale e pepe qb
qualche rametto di lavanda fresca

 

In un tegame capiente, far rosolare per qualche minuto il pollo, con poco olio.
Rimuovere i fusi, adagiandoli in una teglia adatta a poter andare in forno e tenere da parte.
Nel frattempo, deglassare il fondo di cottura con il vino bianco.

Ciò vuol dire che, rimettendo di nuovo il tegame sul fuoco, con un cucchiaio di legno, occorre raccogliere delicatamente i residui di cottura del pollo, facendo bollire il vino finchè non si è ridotto della metà.

A questo punto, aggiungere l’aceto balsamico e il miele, facendoli sciogliere per qualche secondo, continuando a mescolare. Spegnere il fuoco.

Tagliare a spicchi le pesche, dopo averle sbucciate, e disporle in un solo strato nella stessa teglia in cui è stato sistemato il pollo.

Coprire tutto con la salsina al vino, salare, pepare e mescolare bene per far insaporire.
Sistemare anche i rametti di lavanda freschi e mettere in forno a 180° per circa 40 minuti (a me son stati sufficienti, la cottura era perfetta).
Di tanto in tanto, bagnare i fusi con il fondo di cottura.

Servire subito.

 

Firma2

 

3 Comments
  1. Caspita la voglio provare assolutamente! Ma ho dei problemi con la lavanda… Uffa…

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: