Questo è un classico che viene dritto dritto dalle bancarelle, alle feste di paese.

In casa mia s’è sempre fatto, quando si avvicinava il Natale.

Lo faceva mio papà, per l’esattezza… e lo chiamava CUPETA. Anche se poi ho scoperto che in altre zone della Puglia e d’Italia la cupeta è leggermente diversa.

Ho un vago ricordo dell’unico tentativo fatto da mia madre per provare a rifarlo, nei primi tempi dopo che mio papà ci aveva lasciate.

Un ricordo che sa di bruciato, di moccoli tirati a mezza bocca, di tegame e coltellaccio finiti nella spazzatura perchè una certa scioltezza, in cucina, lei non l’ha mai avuta   mrgreen mrgreen mrgreen

 

MA ci aveva provato!!!

 

Se volete evitare lo stesso disastro, provate con le indicazioni di Gina… amica del cuore di mia mamma da oltre 70 anni!

Lei, il croccante, lo fa a regola d’arte 😉

 

Croccante

 

Con una bella confezione regalo, può finire dritto dritto sotto l’albero di qualche amico goloso o nella calza della befana (sono troppo avanti, lo so!).

 

Croccante alle mandorle

 

Questa e altre ricette inedite le trovate nel librino dei biscotti, che potrete scaricare gratuitamente inserendo il vostro indirizzo email qui di lato o nella finestrella che vi si apre in basso a destra!

 

Croccante alle mandorle

300 g  Mandorle

300g Zucchero

La scorza di 1 limone

 

Sbollentare per qualche minuto le mandorle in modo da riuscire a pelarle bene.

Asciugarle, disporle su una placca da forno e tostarle a 180°  per 10 minuti rigirandole per non farle bruciacchiare.

Intanto versare in un tegame antiaderente lo zucchero, facendolo caramellare senza mai mescolarlo.

Quando inizia a fondere ruotare leggermente il tegame, eventualmente allontanandolo per qualche secondo dal fuoco, finchè non è completamente fuso e del caratteristico color bruno.

Attenzione alle scottature

Lo zucchero fuso raggiunge temperature piuttosto elevate.

Fate raffreddare qualche minuto e poi unire le mandorle tostate e la scorza di limone. Mescolate per amalgamare.

Versare immediatamente il composto su un piano di marmo unto d’olio o su di un foglio di carta forno posto in un teglia.

Livellare bene il composto per dargli lo spessore desiderato aiutandovi con una spatola unta o con la lama di un coltello unta.

Lasciare raffreddare qualche minuto e prima che si solidifichi del tutto tagliatelo a losanghe o a barrette con un grosso coltello con la lama unta e lasciare indurire.

 

Firma2

 

4 Comments
  1. IO adoro il croccante e l’aspetto del tuo è divino!!!
    Complimenti, un’ottima idea anche x i regali di natale ^_^

  2. un regalo molto apprezzato dalla sottoscritta, si prepara anche in Abruzzo e lo adoro!

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: