Macedonia crumble

Eccomi rientrata alla base.
Sono stata via un pò e ho trascurato il blog ma, tra un tuffo nelle cristalline acque salentine e le sfrenate baby dance serali, ho anche “lavorato” dietro le quinte, per delle importanti novità che vedrete nelle prossime settimane.

La verità è che quando torno dalla mia mamma è come se entrassi in una dimensione parallela, ferma a 20 anni fà, quando feci fagotto e partii alla scoperta del mondo.
La differenza sta solo nelle 2 piccole pesti, amori di mamma, pronte a ricordarmi che:
1. niente ore piccole
2. ore pasti fisse e immutabili (quasi)
3. riposino pomeridiano d’obbligo, per sopravvivere (io) fino a sera (loro, farebbero anche senza, per non perdersi nulla delle meraviglie del mondo)

Naturalmente loro hanno impegnato la maggior parte del mio tempo.
Elisa, la mia donnina, dall’alto dei suoi 4 anni, ormai è (o pensa di essere) abbastanza indipendente e col suo caratterino risoluto non c’è proprio modo di dimenticarselo.
Nella sua vita passata deve esser stata un pesce, senza dubbio… non si spiega altrimenti il suo perenne bisogno di contatto con l’acqua, sia essa di mare, di piscina, di rubinetto etc..
Ovviamente, nuota benissimo già da un pò.
Già me la vedo, vincitrice, alle Olimpiadi… salvo poi a 30 anni, finita la carriera agonistica, aprire un ristorante per investire tutti i soldini guadagnati con gli sponsor… da gestire insieme alla mamma 😀 😀

Aurora, dal canto suo, con i suoi quasi 23 mesi, 1 metro meno una banana di altezza per 10Kg di peso, sfiorati appena dopo una doppia porzione di pasta e fagioli, un cesto di boccoli biondi sulla testa, una fossetta che spunta impertinente sulle gote ogni volta che sorride (spesso), è il classico tipo che venderebbe frigoriferi agli eschimesi!
Classico tipo da cui aspettarsi di tutto.
Devo ancora capire le sue inclinazioni!

Ok.. sto tergiversando perchè devo pian piano riprendere le fila e mi serve un pò di tempo.
Vi metto però, per non lasciarvi a bocca asciutta, un’altra versione di crumble che ho fatto nelle scorse settimane, per approfittare della varietà e quantità di frutta che girava per casa….
No, basta fichi (per ora)  🙂

 

Zemanta Related Posts Thumbnail

Ingredienti
1,5 Kg di frutta mista, secondo il vostro gusto (io avevo 3 varietà di pesche, pere e uva)
1 limone
50g di zucchero per condire la frutta
100g di zucchero per il crumble
250g farina
150g mandorle
200g burro
1 uovo
Pulire e tagliare la frutta a pezzettini piccoli (togliere i semini dall’uva).
Condirla con zucchero e limone come se fosse una macedonia e sistemarla sul fondo di una pirofila.
Impastare velocemente il crumble, lavorando farina, burro, zucchero e uovo…  l’impasto deve avere la consistenza di grosse briciole. Aggiungere le mandorle senza pelarle e disporre il tutto sopra la frutta.
Infornare a 180° per una trentina di minuti (la superficie dev’essere bella dorata).
Nota
Adoro la consistenza delle mandorle abbrustolite in cottura insieme alle briciole di frolla e all’acidulo della frutta.

 

2 thoughts on “Macedonia crumble

  1. Ottima crumble! Mi ha messo una fame !!! ☺
    Molto bella l’idea di “sotterrare” tanta frutta diversa, per fare una crumble. Anziché farla con un frutto, perché non farla con più frutti? 😉
    Bravissima, mi piace troppoooooo!!!! Adoroooo
    Incoronata ♥

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: