Ovvero, una Red Velvet color cacao!

Da quando l’ho scoperta, ho fatto questa torta tantissime volte.

E’ una garanzia, una sicurezza e, soprattutto, è buonissima: morbida, umida e adatta a essere farcita e decorata con la pasta di zucchero… ma anche no!
Viene praticamente sempre, anche con la farina per i celiaci (io ho usato il MixC della SCHAR).
Il nome originale deriva dalla leggera sfumatura di colore rossastro che assume l’impasto in seguito alla reazione tra bicarbonato e cacao, accentuata poi dall’aggiunta di colorante rosso.
In rete troverete bellissime immagini di questa torta, nella sua versione tradizionale!
Io, però, la faccio senza aggiungerci il colorante, soprattutto se a mangiarla ci sono bambini… e per questo la chiamo Brown Velvet!
Eccola qui, ricoperta da un sottilissimo strato di ganache al cioccolato fondente, prima di essere decorata!

 Torta Brown Velvet

 per una teglia da 20cm
250 g farina per dolci setacciata
1 cucchiaino di lievito
1/2 cucchiaino di sale
15 gr cacaco amaro
113 gr burro non salato a temp ambiente
300 gr di zucchero
2 uova grandi
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
240 ml di buttermilk o di latte lasciato  inacidire per 20 minuti con un cucchiaio di limone
(2 cucchiai di colorante rosso in polvere, se la volete fare rossa)
1 cucchiaino di aceto bianco
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
In un recipiente mischiate farina, sale, cacao e lievito e mettete da parte.
Nel recipiente del vostro mixer, sbattete il burro per 3-4 minuti.
Aggiungete poi lo zucchero e montare ancora.  Unire le uova, una alla volta, aggiungendo il successivo solo dopo che il precedente è stato ben incorporato (aspettate circa 5 minuti tra un uovo e l’altro, continuando a montare).
Se intendete usare il colorante rosso, questo è il momento di aggiungerlo al buttermilk.
Abbassare la velocità del il mixer e aggiungere in due – tre volte e alternandole, la miscela di farina e cacao e il buttermilk, finche’ non sono terminati entrambi.
Possibilmente, iniziare e finire con la farina.
In una ciotolina, unire il bicarbonato all’aceto bianco e aggiungerlo subito al resto dell’impasto con una spatola (non con il mixer).
Dividere il composto ottenuto in due teglie, il cui fondo abbiamo foderato con un cerchio di carta forno, livellando con una spatola.
Infornare per una mezz’oretta (fare la prova-stecchino).
Lasciare raffreddare le torte dentro le teglie per 10 minuti, poi capovolgerle per estrarle e rimuovere la carta da forno.
Prima di tagliarle e farcirle, lasciarle raffreddare in frigo, ben coperte con pellicola, per qualche ora.
Le due tortine ottenute vanno poi tagliate a metà, farcite e sovrapposte, in modo da ottenere in tutto 4 strati di torta e 3 di farcitura.
FARCIA
230 g formaggio spalmabile tipo Philadelphia a temperatura ambiente.
230 g di mascarpone
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
100 g di zucchero a velo, setacciato
360 ml di panna semi-montata.
Nel recipiente del mixer lavorare Philadelphia, zucchero e mascarpone finchè diventano morbidi. Gradualmente, aggiungere la panna e continuare a montare fino ad ottenere una consistenza cremosa adatta a essere stesa sulla torta.
10 Comments
  1. l’ho provata red e stuccata con crema di formaggio, eccezionale, interessante anche questa versione brown, la voglio provare. quindi si presta anche questa al rivestimento in PDZ.

  2. Provala e fammi sapere, se ti va!
    E’ davvero morbidissima e buonissima.
    E uso quasi sempre questa come base da decorare perchè non la devo bagnare e tiene la forma in maniera perfetta.

  3. […] sul sentiero che lo porta dall’amata. Che ne dite?   La “cupoletta” è una red velvet (finalmente rossa, per l’occasione), farcita con la sua cheese cream. Ho realizzato il […]

  4. […] Un castello da favola Entrambi i due piani della torta erano veri… il piano di sotto era una Brown Velvet, quello di sopra era una buttermilk cake farcita con crema Rocher. Tutte le decorazioni erano […]

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: