Torta ai semi di papavero

Ecco la ricetta della base utilizzata per la torta di Elisa.

A vedere la foto tratta dal libro, questa è la tipica torta americana, cioè altissima (circa 15cm) e con doppio strato di crema al formaggio.

E infatti è un impasto con 7 uova per una teglia da 20cm…

Secondo me va fatta almeno in una teglia da 25, in modo che gli strati vengano più bassi e si inumidiscano meglio con la crema di farcitura.

I miei li vedete nella foto e, per i miei parametri, erano ancora troppo alti. L’alternativa era farne 4, invece che 3.

Il sapore è buono, profumato di limone e lime (abbondate pure) e i semini danno quel retrogusto particolare che la differenzia dalle solite torte.

Ricordatevi che queste torte vanno tirate fuori dal frigo almeno un’oretta prima rispetto a quando vengono servite.

Poppyseed cake

Torta ai semi di papavero

525g farina 00

1 bustina di lievito

1 cucchiaino scarso di sale

575g zucchero

375g burro a temperatura ambiente

7 uova a temperatura ambiente

240ml latte

3 – 4 cucchiai di semi di papavero

la scorza grattugiata di 1 limone, di 1 lime e di 1 arancia piccola

essenza di vaniglia

 

Accendere il forno a 180°. Setacciare la farina con il lievito e tenere da parte.

Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungere le scorze di agrumi e la vaniglia e, a seguire, un uovo per volta, continuando a montare.

Abbassare al minimo a velocità del mixer e aggiungere in 3 volte la farina, alternandola con il latte.

Imburrare e infarinare uno stampo e infornare il composto in 3 volte, per circa 40 minuti (oppure, se le avete, dividete il composto in 3 teglie dello stesso diametro e infornarne una per volta).

Far raffreddare.

Ho farcito la torta con una dose di camy cream, che non facevo da una vita e mezzo… che quasi mi dimenticavo quanto fosse buona 🙂

 

10 thoughts on “Torta ai semi di papavero

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: