Semplicemente pane

Niente cose strane e niente ingredienti particolari, ad eccezione di una piccola quota di grano saraceno, che dona un retrogusto leggermente rustico all’impasto.
La semplicità di acqua, farina e lievito madre che insieme fanno il miracolo e ti lasciano in casa, per ore, un profumo inconfondibile come solo i prodotti da forno sanno fare.

Trattasi di pane normale, cioè col glutine, fatto domenica scorsa per la mia mamma e per la metà normale della mia famiglia, visto che non ero riuscita a passare dal panettiere.

E.. beh.. in realtà il lievito madre era senza glutine, rinfrescato abitualmente con quello che capita: farina di riso, farina di mais, maizena, grano saraceno, farina di soia, tapioca e/o mix di queste. La variabilità delle farine che uso nel rinfresco gli conferiscono un profumo ricco e intenso.

Pane 1

 

 

Che poi… normale.. non sarà un termine un pò troppo sopravvalutato? 😛

 

Pane 3

 

Semplicemente pane

480g farina 00
20g farina di grano saraceno
280g lievito madre rinfrescato (il mio era senza glutine)
280g acqua tiepida circa (può essere necessario aggiungerne un pò)
2 cucchiai d’olio
sale
un cucchiaino di miele
Sciogliere il lievito madre nell’acqua tiepida, insieme col cucchiaino di miele che aiuta la lievitazione e da un bel colorino alla crosta.
Unire le farine e impastare, a mano o con l’impastatrice, finchè l’impasto non prende corda.
Solo a quel punto aggiungere il sale e l’olio. Continuare ad impastare per una decina di minuti, poi trasferire in una ciotola e mettere a lievitare al calduccio, lontano da spifferi, fino al raddoppio (circa un paio d’ore).
Trascorso il tempo, dividere in due panetti, dare una forma leggermente allungata e rimettere a lievitare per un’altra oretta.
Prima di infornare, in forno già caldo a 200°, praticare dei tagli trasversali sulla superficie.
Dopo circa 10 – 15 minuti di forno, abbassare la temperatura a 180° e continuare la cottura per circa 45 – 50 minuti in totale (regolatevi però col vostro forno).
Note
Quando accendete il forno, mettete una ciotolina piena d’acqua sul fondo, in modo che si formi il giusto grado di umidità.

Ah proposito di lievito madre… aveva già 7 anni quando è arrivato da me ed è incredibile come sia riuscito a sopravvivere già per ben 4 mesi nel mio incasinatissimo frigo 😛

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Panissimo, di Barbara  e Sandra

 

Firma2

 

3 thoughts on “Semplicemente pane

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: