Io l’adoro!!!

La mangerei a colazione, pranzo, cena e due volte a merenda, tutti i giorni 😀

Il sabato sera è un must, sia che si vada fuori a mangiarla, sia che la faccia io a casa, come capita il più delle volte!

E visto che è venerdì, nel caso vi venga voglia di provarci, vi lascio la mia ricetta.

Normalmente la impasto il sabato pomeriggio per la sera e faccio un impasto idratato al 60% ; vale a dire che su 500 g di farina metto 300 g di acqua, con circa 4-5 grammi di lievito di birra fresco… e aspetto il raddoppio.

La pizza che ne risulta ci piace molto, è leggera e mio marito non lamenta il solito bruciore di stomaco che gli prende quando andiamo a mangiarla fuori.

La settimana scorsa ho voluto provare una lievitazione più lunga, riducendo ancora la quantità di lievito, per renderla ancora più digeribile. E ho provato ad idratarla di più, quasi al 90%.

Non sono un’esperta panificatrice, il mio lievito madre si è suicidato quando ero incinta di Aurora e per ora non me la sento di adottarne un altro, e sicuramente sul web troverete tantissimo materiale sull’argomento “lievitati” (il blog di Adriano Contisio è una vera miniera d’oro)… quindi vi rimando a loro per eventuali domande imbarazzanti 😀

La pizza che ho fatto, però, era buonissima e soffice (ho sentito la differenza rispetto alla mia solita versione) tranne sul bordo dove si era formata la crosticina che, diciamocelo, è la mia parte preferita!!!

Quindi, ve la mostro.

Fetta di pizza

Pizza in teglia

per una teglia 30×40

400g farina (200g farina 00 + 200g manitoba)

300g acqua appena tiepida, circa

1 pizzico di zucchero

2 cucchiai di olio

3g lievito di birra fresco

una presa di sale

Se non avete un’impastatrice, attrezzatevi con una ciotola perchè ne risulterà un impasto piuttosto morbido.

Sciogliete il lievito in poca acqua, insieme allo zucchero. Disponete la farina a fontana e aggiungete pian piano l’acqua e il lievito. Impastate e aggiungete il sale solo dopo che il lievito è stato assorbito dalla farina.

Man mano che aggiungete l’acqua, impastate sempre più energicamente finchè l’impasto non risulta ben incordato.

Ungete un recipiente capiente, versate l’impasto, coprite con pellicola e infilate il tutto nella parte bassa del frigo.

Questa operazione va fatta il giorno prima (il venerdì sera per il sabato, per esempio).

Il giorno successivo, tirate fuori dal frigo l’impasto un paio d’ore prima rispetto a quando volete cuocerla per farlo tornare in temperatura e ultimare la lievitazione.

Stendetelo in una teglia unta, e lasciate lievitare ancora una mezz’oretta. Nel frattempo accendete il forno a 250°. Trascorso il tempo, condite a piacimento e infornate.

La mia l’ho condita con pomodoro, mozzarella e salsiccia di maiale. La mozzarella l’ho aggiunta poco prima di ultimare la cottura.

Buon appetito!!! 😉

         

         

Nota

Ho trovato molto comodo il fatto di impastare la sera prima, perchè il sabato ho sempre mille cose da fare e dover solo tirare l’impasto fuori dal frigo e metterlo in teglia è stato è stato fantastico!

3 Comments
  1. Nuoooooooo… i panettieri possono ancora dormire sogni tranquilli 😀 😀 😀

  2. e chi rinuncerebbe ad una pizza così buona, l’adoro anche io ! felice settimana…

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: