I miei post sul blog sono ormai diventati mensili e, per ora, va bene così. 

Mi tengo per buono solo l’appuntamento con la sfida MTC che, nel mese di Giugno dell’anno del Signore 2016, è arrivata alla 58° edizione.

E a questo giro, ragazzi, tenetevi forte… c’è la pizza!!!!

Pensiamoci un attimo.

Sono servite davvero 58 sfide prima di arrivare alla pizza?

Non è per sminuire le altre ricette ma… spaghetti and meatballpizza e mandolino… praticamente nel resto del mondo credono che qui in Italia non si mangi altro. E nel mio caso potrebbe anche essere vero.

Fatto sta che Antonietta Golino, vincitrice della gara di Maggio e terzo giudice di questo mese, ha testato per voi LA ricetta perfetta, che vi farà ottenere LA vera pizza napoletana, anche se vivete a Trento e non avete la farina di Napoli, l’acqua di Napoli, la pommarola di Napoli, la mozzarella di Napoli. Eccetera eccetera.

Ho detto “voi” perchè in questo post non vedrete quella specifica ricetta ma la mia versione modificata e sglutinata.

Cosa che, questo mese, con tutta probabilità, mi farà finire fuori gara. Insieme al fatto che mi sono dimenticata di fotografare i passaggi richiesti dal regolamento. Tuttavia, seppur in extremis, voglio condividere con voi la mia ricetta della pizza al piatto. Versione senza glutine.

 

Pizza senza glutine

 

Riuscire a fare una pizza senza glutine dignitosa è stata forse la prima battaglia che ho intrapreso dopo la diagnosi di celiachia perchè, passi per pane e pasta ma… non potrei mai vivere in un mondo senza pizza.

Più del cioccolato. E ho detto tutto.

 

Pizza senza glutine 3

 

Questo impasto è ancora lontano dalla perfezione ma ci si avvicina parecchio. Il sapore è buono, non è affatto pesante e il giorno dopo la pizza è sempre mangiabile, anche senza scaldarla. Lontana anni luce dai primi esperimenti, insomma.

 

Pizza senza glutine 4

 

Ricordate solo di coprire i panetti con la pellicola, per evitare che secchino, quando li mettete a lievitare. Io l’avevo finita così ho lasciato un sacchetto di plastica sopra il telo che avevo usato per ricoprirli. Peccato che qualcuno qui in casa l’abbia tirato via per ritagliarlo e indossarlo come fosse un armatura.

Ma è colpa mia visto che ho lasciato il fortino incustodito per andare a fare la spesa 🙁

 

Panetti pizza

 

E dopo fin troppi discorsi, ecco la ricetta!

 

Pizza al piatto senza glutine
Write a review
Print
Ingredients
  1. 360 g acqua
  2. 250 g farina Revolution per pane
  3. 250 g farina Nutrifree per pizza
  4. 3 g lievito di birra secco (quello in bustina)
  5. 10 g sale
  6. pomodori pelati
  7. mozzarella
  8. pomodorini freschi
  9. basilico
  10. olio extravergine di oliva
  11. sale
Instructions
  1. Misurare l’acqua, versarla in una ciotola e tenerne da parte una piccola quantità sciogliervi il sale.
  2. Nel resto dell'acqua sciogliervi il lievito di birra e iniziare ad aggiungere gradualmente e lentamente la farina setacciata a parte, ricordandosi di unire l'acqua col sale disciolto che avevamo tenuto da parte, una volta che l'impasto inizierà a prendere corpo.
  3. La farina va incorporata poco per volta fino a finirla, regolandosi sulla consistenza dell'impasto. Se troppo morbido aggiungere 1 o 2 cucchiai di farina ancora; se troppo duro, aggiungere pochissima acqua, fino ad ottenere un impasto lavorabile.
  4. Impastare per una decina di minuti, terminando a mano se avete iniziato con la planetaria.
  5. A questo punto riporlo in una ciotola di vetro o porcellana, coprire con pellicola e lasciar lievitare per circa mezz'ora.
  6. Trascorso questo tempo, riprendere l'impasto e ricavare 4 panetti. Lavorare brevemente i panetti per dar loro la consistenza uniforme, quindi metterli a lievitare nuovamente, coperti da pellicola, per circa 1 ora (se la temperatura dell'ambiente è bassa, potrebbe volerci di più).
  7. Trascorso questo tempo, prendere ogni panetto, porlo su un pezzo di carta forno e allargarlo con le mani.L'impasto è ben lontano da essere elastico come quello glutinoso, quindi questa operazione potrebbe non essere così semplice. Se necessario, aiutatevi col mattarello.
  8. Farcire la pizza secondo gusto e infornare alla temperatura massima del vostro forno, per 5 minuti nella parte bassa, poi al livello intermedio fino a cottura (altri 4/5 minuti).
Notes
  1. Io ho farcito la mia pizza con pomodori pelati e mozzarella fiordilatte, condendo con olio e sale. A cottura ultimata, ho aggiunto altri pomodorini a pezzetti e basilico.
  2. Il mio forno è dotato sul fondo di pietra refrattaria, quindi io cuocio le pizze direttamente su quella, per 5/6 minuti a 250°C
Dolci Pasticci http://www.dolcipasticci.it/

Con questa ricetta artecipo a MTC n58 di giugno

 

9 Comments
  1. Ogni tanto ti rileggo. Un post al mese significa che fuori da qui hai una vita piena e questo ritengo valga più di mille ricette pubblicate. O fatto una pizza senza glutine per mia cugina e a detta sua non era niente male, si lamenta spesso che le pizze per questa intolleranza siano suole di scarpa 0.o , non ho assaggiato la tua, ma ha una bella ‘faccia’ davvero e mi garbano anche gli ingredienti della farcitura ooooooooh ben tornata e basta!
    Buona domenica tesoro,
    Vale

  2. Quest’impasto è strepitoso! L’ho provato giusto ieri sera invogliata dalle vostre golose creazioni ed è stata un vero successo 🙂
    Complimenti anche a te x la tua versione senza glutine..so bene quanto sia difficile creare lievitati con quelle farine e tu sei diventata una vera artista 🙂
    Buona domenica e a presto <3

  3. Questo impasto è impressionante! Ottimo consiglio, grazie per averlo condiviso!

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: