Liquore al Pocket Coffee

Che fatica alzarsi, queste mattine!
Non so voi ma in genere io, in questo periodo, sono solita trascinarmi tra un impegno e l’altro, carica della stanchezza di tutto l’inverno e in attesa di “sintonizzarmi” sulla nuova stagione che, almeno quest’anno, stenta ad arrivare.
L’unica cosa che mi tiene su è il pensiero delle ferie che, giorno dopo giorno, si avvicinano.
Quello di cui non mi capacito è che, invece di chiudere qualcuno dei soliti impegni, ne assumo di nuovi, cose se attingessi a un pozzo di energie senza fine.
SBAGLIATO!
Anzi… mi ci vuole un pò di carica, per tirarmi su.
 
Questo è un liquorino che normalmente faccio nel periodo natalizio e al 90%, essendo molto richiesto, finisce tra i regalini che preparo per le persone a me più care.
Devo dire, però, che è apprezzato anche per il resto dell’anno quindi…
visto che l’ho preparato ancora qualche settimana fà (riuscendo, miracolosamente, a fare una foto)…
visto che ancora non è arrivato il gran caldo…
visto che ho trovato in rete un simpatico contest tema-caffè…
voglio condividere la ricetta con voi!
Tra l’altro, se lo assaggiate prima di aggiungere l’alcool, vi sembrerà di bere proprio la cremina contenuta nel famoso cioccolatino.
A quel punto sarete attanagliate dal dubbio: che faccio? ce lo metto l’alcool o lo tengo così?
Non vi nascondo che io ne faccio un pochino di più e una parte la tengo senza aggiunta 🙂
La ricetta la presi mille mila anni fà su Cookaround (mi perdoni la proprietaria, ma non ricordo più chi fosse. A quel tempo trascrivevo le ricette per me, senza pormi il problema di tracciarle, per una eventuale pubblicazione!).
Nel tempo, ho aggiustato appena le dosi per farla un pò più “carica”.
Ingredienti
600 ml acqua

600 g zucchero
6 cucchiai colmi di nescafè (io decaffeinato)
6 cucchiai colmi cacao amaro
essenza di vaniglia (facoltativa)
300 ml alcool

Sciogliere acqua e zucchero su pentolino o nel microonde.
Aggiungere, mescolando, caffè solubile e cacao.
Lasciar raffreddare e filtrare.
Quando è ben freddo, aggiungere l’alcool, mescolare bene e imbottigliare.
Va in frigo per qualche mese, senza problemi… ammesso che ci arrivi!

Nota
Grazie a questo post, dopo tanti anni, ho ritrovato la mamma di questa ricetta 🙂
che ho scoperto essere una cuoca bravissima.
Fate un salto sul blog di Mariabianca, se vi capita!

 

Con questa ricetta partecipo al contest Un caffè per la mamma di A casa con estro.

6 thoughts on “Liquore al Pocket Coffee

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: