Mi sembra ieri che sei arrivata, all’improvviso.

Ti aspettavo a novembre, forse un pò prima del previsto per via della placenta bassa, ma non COSI’ prima!

Cavoli.. era ancora estate… un caldo pazzesco… e nella valigia dell’ospedale, che avevo appena finito di preparare perchè-non-si-sa-mai, avevo infilato le tue prime tutine di ciniglia e qualche camicia da notte con le maniche lunghe!

E soprattutto io non ero pronta.

Ma tu avevi fretta ed eri determinata. In effetti, lo sei ancora!

Il tuo pediatra, quando ti ha visitata dopo qualche mese, ha detto che eri una leonessa. Chissà se aveva intravisto nella sua sfera di cristallo anche la criniera di riccioli che hai 🙂

Così, una sera di settembre, ho messo a nanna tua sorella e, mentre mi preparavo per andare a letto anch’io, mi sono resa conto che forse era il caso di correre all’ospedale!

Tu sei arrivata una settimana dopo.

 

Due candeline, dunque, su questi cupcakes… da spegnere di prima mattina, appena sveglia.

 

IMG_7010[1]

Insieme al bigliettino di auguri che tua sorella ha disegnato e scritto per te…

IMG_6995

Jos Louis cupcakes

per circa 14-16 cupcakes

250g zucchero
200g farina 00
50g cacao amaro in polvere
1 cc lievito
1/2 cc bicarbonato di socio
1 uovo
125g buttermilk (in alternativa, latte acidulato con 1 cc di limone)
1/2 cc caffè solubile (decaffeinato)
50g olio di semi
aroma vaniglia

Mescolare gli ingredienti secchi, aggiungere l’olio, il latte e, infine, l’uovo.

Cuocere a 180° per mezz’ora – venti minuti (vale la prova-stecchino).

 

 

 

Nota

Forse avete riconosciuto i personaggi del bigliettino di auguri di Elisa, 4 anni, o forse no.

Sono: Barbaforte, Peppa Pig, la Pimpa, un fiore e il dinosauro di George.

La scritta dice: Aurora, buon compleanno (e qualcos’altro che non ho decifrato)… e l’ha scritta tutta da sola.

 

 

 

2 Comments

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: