Crumble di susine

Odio i lunedì!
E non per i soliti comuni e ovvi motivi!
Odio soprattutto il momento in cui rivedi i colleghi e scatta la fatidica domanda:
“Allora, che hai fatto di bello questi giorni? Com’è andato il fine settimana?”
Come vuoi che sia andato?
Lunedì dopo lunedì la risposta è la solita: “…ma, niente di particolare.. son rimasta a casa…”
Normalmente ho la bimba n°2 con la febbre, meno frequentemente è la bimba n°1.
Con qualche variante, tipo: “ma.. son stata al pronto soccorso”… oppure “…mi volevano ricoverare la n°1”.
E mentre sei lì in attesa che visitino la tua cucciola febbricitante pensi che sarebbe bello invece poterle urlare “vieni fuori dall’acqua, che hai le mani ricce!”

Ma ce la posso fare, ancora 16 giorni alle ferie e poi le porto via dalla città!

Questo dolce l’ho fatto al volo, sabato scorso per recuperare della frutta un pò troppo matura. Dieci minuti in tutto, senza sporcare granchè!

 

IMG_5273[1]

IMG_5268[1]
IMG_5274[1]

 

Ingredienti

120g burro
100g zucchero
170g farina di riso
30g maizena
100g mandorle tostate

380g susine al netti degli scarti
2 cucchiai di zucchero
1 noce di burro
cannella a piacere

Pulire la frutta e tagliarla a metà, per togliere il nocciolo.
Fondere in un tegame la noce di burro e aggiungere la frutta, con tutto il succo rilasciato, lo zucchero e la cannella, secondo il proprio gusto.
Lasciar restringere un pò sul fuoco e spegnere.
Nel frattempo, lavorare brevemente con le mani la farina, lo zucchero, il burro e le mandorle senza compattare molto, lasciando il composto “a briciole”.  
Versare la frutta in un recipiente da forno, che possa poi essere usato anche per servire il dolce e cospargere con il crumble.
Infornare a 180° fino a doratura della superficie (con il mio forno ci sono voluti 30-40 minuti).


Note
Potete usare qualsiasi tipo di frutta.. questa è un’ottima ricetta di riciclo.
Io ho usato le susine perchè giacevano ormai da qualche giorno nel mio portafrutta e si avviavano pericolosamente sulla via del non ritorno.

Regolatevi con la quantità di zucchero da usare sulla frutta (a seconda del tipo di frutta e del grado di maturazione). Il composto deve comunque mantenere la sua nota acidula, per fare da contrasto al dolce del crumble. 

Per il crumble ho volutamente usato farine senza glutine. 
Nulla vieta a voi di usare la miscela che più vi piace o di usare direttamente 200g di farina 00, al posto di farina di riso e maizena.
Io, la prossima volta, proverò a “tagliare” con farina di grano saraceno, per un gusto un pò più rustico. 



Vi consiglio fortemente di provare questo dolce perchè la consistenza morbida e la nota acidula della frutta, la friabilità della frolla e la croccantezza delle mandorle, insieme, “ci stanno d’incanto”! 🙂
E ve lo dice una che non l’aveva mai nemmeno assaggiato!



Con questa ricetta partecipo al contest Dolci con farine speciali di Una fetta di Paradiso











 

3 thoughts on “Crumble di susine

Se ti va, dimmi cosa ne pensi: